Data: 28/05/2021Categorie: News

Purificazione dell’aria: per l’OMS respirare bene è un diritto fondamentale

Respirare aria pulita, un diritto sancito dall’OMS. Sapevi che la purificazione dell’aria può prevenire moltissime patologie legate all’inquinamento indoor? Scopriamo quali.

Numerosi studi condotti negli ultimi anni dimostrano come la concentrazione di agenti inquinanti negli ambienti interni spesso possa superare quella degli ambienti esterni.
Se a ciò si aggiunge il fatto che tutti noi passiamo gran parte del nostro tempo in ambienti chiusi (secondo una ricerca condotta in Italia nel 1998 le persone trascorrono l’84% del loro tempo in ambienti chiusi, di cui il 64% in casa), capiamo l’importanza che assume la questione della purificazione dell’aria indoor.

Tale l’importanza della questione che, nel 2000, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, tramite il documento The Right to Healthy Indoor Air, ha riconosciuto come diritto umano fondamentale quello di respirare un’aria salubre negli ambienti interni. Ma vediamo insieme quali sono le conseguenze di vivere in un’ambiente chiuso inquinato.

La purificazione dell’aria può prevenire moltissime patologie legate all’inquinamento indoor

Le due macro categorie principali di patologie legate all’inquinamento indoor

Building Related Illness (BRI): in questo contesto vengono racchiuse tutte le manifestazioni legate direttamente all’azione di uno specifico agente eziologico. Ricordiamo, per esempio, la legionellosi, l’asma, l’avvelenamento da monossido di carbonio. Si tratta di una categoria di patologie piuttosto gravi, ma poco diffuse.

Sick Building Syndrome (SBS): problematica molto più diffusa, con la quale si identificano tutte le patologie non direttamente misurabili o legate all’azione di un singolo patogeno, ma piuttosto l’insieme delle sensazioni di malessere e irritazione provocate dalla permanenza in ambienti poco salubri.

Nel prossimo appuntamento vedremo insieme quali sono i principali agenti che determinano l’inquinamento indoor.

Stay Tuned.

Team DNR Sicurezza

(Fonte dati Rapporto ISPRA 2010 sull'inquinamento indoor)

Condividi questa pagina!